Overlapping

mmi5

Venerdì 21 Dicembre | ore 18,00 – 20,00
Sabato 22 Dicembre | ore 9,00 – 13,00  e  16,00 – 20,00

MOSTRA | Inaugurazione | Centro Culturale Il Ghetto
Overlapping Discrete Boundaries | Asia – Installazioni e video di Alessandro Carboni

Alessandro Carboni, dopo 5 anni di lavoro, presenta a Cagliari in prima assoluta, il progetto Overlapping Discrete Boundaries | Asia: una ricerca  interdisciplinare che indaga in chiave interdisciplinare le trasformazioni urbane di Hong Kong, Singapore, Kuala Lumpur, Taipei Hanoi, Ho Chi Minh City. Una riflessione sui cambiamenti globali della nostra società attraverso uno studio sul corpo e le sue trasformazioni antropologiche e socio culturali nello spazio urbano. Il mostra apre i presupposti per la prossima tappa del progetto che si svilupperà nel 2013 in alcune città del Mediterraneo con le stesse modalità esperienziali.
Overlapping Discrete Boundaries è una ricerca  interdisciplinare che indaga le trasformazioni urbane in specifici luoghi, città, territori sparsi nel globo: una riflessione sui cambiamenti globali della nostra società attraverso uno studio sul corpo e le sue trasformazioni antropologiche e socio culturali nello spazio urbano. Il progetto si sviluppa grazie ad una piattaforma mobile di ricerca multidisciplinare che l’artista rimodula e si intreccia a seconda delle diverse fasi processuali stimolate dalle specifiche contingenze urbane. I materiali di ricerca (testi, azioni urbane, immagini, video interviste e reportages) prodotti e raccolti durante lunghi periodi di lavoro e residenza nelle aree selezionate, vengono accumulati all’interno di un archivio. Successivamente, le esperienze di questo percorso si concretizzano in diversi e nutriti display multimediali, quali video, documentari, mostre, pubblicazioni, coreografie, installazioni, workshop e conferenze.
Durante il viaggio, circa 8000 km, l’artista ha mappato i cambiamenti sociali e le trasformazioni urbane in atto in 6 città quali Hong Kong, Singapore, Kuala Lumpur, Taipei, Hanoi, Foshan e Ho Chi Minh City. Un’analisi multidisciplinare tra arte e scienza, che ha messo in evidenza le storie, le tensioni, le identità che emergono dalla relazione dei luoghi con i suoi abitanti. Il viaggio e le residenze sono state realizzate all’interno del progetto “Focus on Art and Science in the Performing Arts” con il supporto del Cultural Program of the European Commission e di Nao – Nuovi Autori Oggi. Successivamente al periodo di ricerca e residenza in Asia, l’artista ha realizzato “Lau Nay”: una installazione performativa in collaborazione con la performer giapponese Sayaka Kaiwa. Il lavoro è stato presentato nell’ambito di svariati festival e musei d’arte contemporanea. E’ stato realizzato, inoltre, 6 video documentari, già presentato in diverse rassegne di cinema e video documentari, che raccontano le esperienze e i progetti realizzati nelle città. Un laboratorio e numerose conferenze di presentazione del progetto sono infine stati presentati in sede accademica, grazie alla collaborazione con varie università in Italia e all’estero. I risultati di ricerca di Overlapping Discrete Boundaries Asia hanno aperto nuove questioni intorno alla funzione della pratica artistica come produzione di pensiero non solo estetico o legato a presupposti di fruibilità, ma come un agente in grado di riflettere ed anche di creare cambiamenti, trasformazioni e mutazioni dello spazio urbano quotidiano. Il progetto Asia, si propone di sviluppare e promuovere una produzione multidisciplinare nel Mediterraneo in linea con le suddette modalità esperienziali. Per il festival AntiMap, Alessandro Carboni presenta i materiali di ricerca raccolti, testi, azioni urbane, immagini, video interviste e reportages, ricomposti in un eccezionale diario multimediale tra arti visive, video e installazione.

http://www.learningcurvesasia.wordpress.com

Crediti:
Ideazione e ricerca e realizzazione: Alessandro Carboni

Partners:
Nanihin Art Centre, Foshan

Kaitat River Project, Hong Kong

1a Space Art Gallery, Hong Kong

Bamboo Curtain Studio, Taipei

Switch On, Kuala Lumpur

HanoiSoundstuff Festival, Hanoi
Asia tour management:
http://www.noiseasia.com/”>NoiseAsia, Hong Kong
Supporto:
Focus on Art and Science in the  Performing Arts, with the support of the Cultural Program of the European Commission

Nao – Nuovi Autori Oggi

School of Architecture, Chinese University of Hong Kong

Dept. of Architecture, Tamkang University, Taipei

Hanno collaborato al progetto di ricerca: Jianan Qu, Saiaka Kaiwa (danza); Dickson Dee, (esplorazioni urbane e musica); Emanuele Lomello (allestimenti);  Z25/Machiel Veltkamp (software,visual e programmazione);  Enzo Sivillo Fascetto (Light design);  Alessia Meloni (assistenza e logistica); Riccardo Mantelli (software e urban proximity detector); Kembo (video,documentazione e foto); Prof. Wallace CHANG Ping-hung, Elisa Poli (contributo scientifico).

Trusters:LaDU / Urban Density Lab-Faculty of Architecture, Cagliari; Festival Fabbrica Europa, Firenze; Digital D3D_Master Environment_NABA, Milano

Media Partner: Abitare

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s